Livelli di anidride carbonica come nella preistoria

Inquinamento da Co2Ennesimo allarme emissioni CO2. Dopo la pubblicazione dei nuovi dati del NOAA (National Oceanic and Atmosferic Administration) tutti, compreso Greenpeace e ONU, lanciano l’allarme Smog. Hanno calcolato che la concentrazione di CO2 in atmosfera è arrivata a una concentrazione di 400 parti per milione, mentre all'inizio della rivoluzione industriale erano a circa 280.

Abbiamo così raggiunto un nuovo record geologico che riporta in mondo a tre milioni di anni fa, cioè quando la terra registrò lo gli stessi valori di CO2 nell'atmosfera.


“Il tasso di crescita della concentrazione di CO2 in atmosfera è senza precedenti e per giunta in aumento” così denuncia Greenpeace “se le emissioni continueranno con questo ritmo si raggiungeranno le 1.000 parti per milione nel giro di 100 anni”.

Questo “caos climatico” che causa il surriscaldamento dell’atmosfera, sta mettendo a rischio anche la biodiversità del nostro pianeta; le specie più a rischio sono:

  • rettili
  • anfibi
  • piante del caffè
  • piante del cioccolato

A rischio sono anche alcuni cibi come miele, birra, vino, arachidi, persino la nostra pasta è a rischio per via della difficoltà di produrre grano duro
Dovremmo ridurre le emissioni ma le stiamo aumentando. Il mancato avvio della seconda fase del protocollo di Kyōto ha fatto cadere l'unico strumento internazionale che era riuscito a invertire il processo (sia pure solo per una parte dei paesi industrializzati) spingendo sull'efficienza energetica e sulle energie rinnovabili.

E’ possibile invertire la rotta?
Per l’economia mondiale, un rimedio potrebbe derivare da una carbon tax. Una pressione fiscale sull'inquinamento che, abbinata a un alleggerimento del carico di tasse che grava sul lavoro, può diventare uno strumento di rilancio dell'economia.

Ma noi? Cosa possiamo fare?
Ci sono tanti piccoli accorgimenti che posso portare ad un grande risparmio energetico ed economico

  • Scegli cibi a km 0.

- Costano meno
- Eviti l’emissione di CO2 perché i prodotti non devono essere trasportati lontano.
- acqua ed energia dei processi di lavaggio e confezionamento.
- plastica e cartone sull'imballaggio.

  • Installa un filtro sotto lavello o scegli un impianto di trattamento e condizionamento d'acqua 

- Risparmierai sull'acquisto di bottiglie di acqua minerale
- guadagni in comodità
- riduci la produzione, il trasporto e lo smaltimento di tonnellate di PET

  • In inverno abbassa di qualche grado il riscaldamento di casa
  • Aumenta l’isolamento termico della tua casa

- Eviterai dispersione di calore riducendo i costi e l’impiego di energia

  • Riduci il consumo di elettricità 

- spegni la luce e i dispositivi elettrici quando non servono

  • riduci i kilometri percorsi in automobile

quando puoi prediligi sane passeggiate o i mezzi pubblici

Informazioni aggiuntive