Osmosi ? Solo per stirare

Valutazione attuale:  / 2
ScarsoOttimo 

L'acqua trattata con osmosi inversa non è acqua da bere

Secondo le nostre ricerche e la nostra esperienza trentennale, il sistema di trattamento più adeguato per un’acqua potabile è la microfiltrazione.

Un trattamento di microfiltrazione a 0,30µ oltre alla rimozione di solidi (ossido ferrico etc.), è in grado di bloccare anche batteri pericolosi che potrebbero formarsi nei circuiti di distribuzione dell’acqua di rete.

Acqua demineralizzataInoltre garantisce la rimozione di cattivi odori, sapori e retrogusti derivanti dall'addizionamento di cloro.

 

Il risultato finale è quindi la produzione di un’acqua sensibilmente più pura e gradevole rispetto a  quella ricevuta dalla rete senza per questo incidere sulla salinità e conseguentemente sulle proprietà organolettiche.

Il sistema completo di microfiltrazione BlueWaterSystem di nostra progettazione è interamente prodotto in Italia, e l’aspetto più innovativo e rivoluzionario è la garanzia, in termini igienici, superiore a qualsiasi altro impianto, riconducibile allo specifico processo di sanificazione in grado di generare nel sistema un gas  altamente battericida, che si mantiene stabile fino alla fase di installazione.  

Gli impianti per uso domestico possono essere strumenti utilissimi ma è importante saper scegliere ed essere consapevoli che alcune aziende in questo settore non sanno quanto riesca a farci bene (o male !) un bicchiere d'acqua!

(.... il video delle iene non è più on line! .......)

Per assurdo, il metodo di trattamento più diffuso è quello meno indicato … l'osmosi inversa … Ma cos'è? Si tratta di un procedimento per la demineralizzazione dell'acqua, cioè la priva di quasi tutto, incluso i sali minerali e per questo diventa ottima da utilizzare nei ferri da stiro e nelle batterie per auto …..

Questo processo è del tutto inopportuno se usato per trattare acqua destinata al consumo umano, poiché stravolge completamente le caratteristiche chimiche ed organolettiche dell'acqua, eliminando le sostanze “buone” che fanno bene al nostro corpo e che bevendo andremmo a reintegrare.

Tutti i processi vitali avvengono in presenza di acqua, ma solo se questa contiene degli elettroliti (cioè soluzioni di minerali); in assenza di questi, l'organismo deve prelevarli dalle proprie riserve, cioè dalle cellule e dalle ossa. Per cui, se bevuta, l'acqua osmotizzata può avere un effetto "disidratante".

L’acqua ottenuta con trattamento ad osmosi inversa risulta molto spesso acida, cioè con un valore di pH inferiore a 7 e con un O.R.P. (Potenziale di Ossido-Riduzione) molto alto (+300/+400 mV), questo si traduce in acqua fortemente ossidante.

Perciò andremo a bere un’acqua che  invece di rallentare, favorisce il processo d’invecchiamento delle cellule.

 

Questi sono solamente alcuni aspetti, ma non dobbiamo dimenticare di dire che, se parliamo di acque potabili sottoposte a un trattamento di osmosi, si trova illogico pensare di sprecare 100 lt. di acqua potabile per produrne 10/20 l di acqua osmotizzata con una salinità ridotta in alcuni casi anche del 90% , praticamente l’acqua scartata nel processo osmotico è maggiore di quella prodotta il che è un inutile spreco di acqua.

I nostri impianti per uso alimentare NON UTILIZZANO IL TRATTAMENTO DELL'OSMOSI INVERSA, infatti l'acqua erogata rimane potabile e cioè contiene le giuste quantità di tutti gli elementi importanti per il nostro corpo … insomma la tua salute è il nostro lavoro !

Informazioni aggiuntive